Arancia Meccanica, giovedì 7 aprile al Teatro Massimo di Pescara

Arancia Meccanica di Anthony Burgess giovedì 7 aprile al Teatro Massimo di Pescara

Arancia Meccanica di Anthony Burgess giovedì 7 aprile al Teatro Massimo di Pescara.
Il famoso romanzo che Anthony Burgess scrisse nel 1962 e divenne un cult grazie alla trasposizione cinematografica di Stanley Kubrick del 1971, che consacrò l’attore Malcolm McDowell.
A distanza di cinquantaquattro anni dalla sua stesura, l’opera viene riproposta a livello teatrale rendendosi conto di quanto Burgess avesse saputo guardare oltre il suo tempo presagendo, attraverso la storia di Alex e dei suoi amici Drughi, una società sempre più incline al controllo delle coscienze e all’indottrinamento verso un “pensiero unico”.
La messinscena di Gabriele Russo parte dall’adattamento drammaturgico che lo stesso Burgess fece del romanzo e rimane fedele alla volontà del testo originale di porre delle domande e di scuotere le coscienze.
Molto indovinata appaiono le scelte di affidare le scene a Roberto Crea e le musiche di Marco Castoldi, in arte Morgan, fondatore e componente dei Bluvertigo, che diventano parte integrante della narrazione.
Arancia meccanica rappresenta uno dei romanzi distopici meglio rappresentativi nel suo genere, non meno visionario e lungimirante di un altro classico come 1984 di Orwell, con cui, in modo non casuale “esistono diverse convergenzeGabriele Russo (regia)
Arancia Meccanica è un testo bellissimo, con una sceneggiatura appassionante soprattutto per il linguaggio che utilizza, un linguaggio particolare, moderno.
E Beethoven per Arancia Meccanica è fondamentale! Io ho sempre amato la deformazione della musica classica e “mettere le mani” nella musica classica è esattamente come mettere le mani nei testi classici. Ludovico Van, rispetto a quello che rappresenta il protagonista Alex, simboleggia la forza e la dirompenza della violenza sonora!
L’idea che tutto avvenga attraverso la testa di Alex per me è stato fondamentale ai fini della realizzazione dei brani: le mie musiche iniziano riferendosi all’originale, per poi man mano deformarsi: trascendono e degenerano proprio perché stanno nella testa di Alex; quello che Alex ascolta non è Beethoven, è la sua idea deformata di Beethoven, è il suo delirio di Beethoven. E’ questa deformazione musicale che mi ha interessato e sulla quale ho lavorato. Credo che tutto ciò che è nella mente, nel “planetario”, di Alex sia giusto, è il modo di metterlo in pratica, attraverso la violenza, che è sbagliato! Paradossalmente il canale della creatività, che si attua mettendo in scena un’opera come questa, è la strada giusta per trasmettere alla società di oggi un messaggio di non-violenza!Morgan (musiche)

La quotidiana “ultraviolenza” ha i suoi chiaroscuri, le sue contraddizioni, i suoi risvolti inaspettati e improvvisi, ma il suo meccanico o strategico esercizio, sia esso scatenato dallo scrigno di un televisore o dal bastone di un “drugo”, infetta chiunque e non risparmia nessuno, nemmeno la musica. La violenza trasfigura ogni cosa, crea ossimori e sinestesie, rende il mondo abbacinato e cupo allo stesso tempo, traspira mistiche ossessioni e laiche inappagate libidini, galleggia nello squilibrio, rovescia la realtà, come un bicchiere di “lattepiù” al “Korova Milk Bar”, accende nei suoi “drughi” bevitori. La lobotomia psicologica che ne consegue è, ormai, collettiva, composita, estetizzante, essa riguarda un’intera umanità disperata e sola

Roberto Crea (scene)
Qui di seguito i prezzi dello spettacolo di “Arancia Meccanica” di Anthony Burgess con

Daniele Russo, Sebastiano Gavasso, Alessio Piazza, Alfredo Angelici, Martina Galletta, Paola Sambo e Bruno Tramice al Teatro Massimo di Pescara:

giovedì 7 aprile 2016 ore 21:00
1° SETTORE numerato 27,50€
2′ SETTORE numerato 22,00€
3′ SETTORE numerato 16,50€

Per l’evento è abilitata la vendita online con ritiro del biglietto al botteghino.
Non sarà necessaria alcuna spedizione con corriere espresso: si dovrà soltanto stampare la ricevuta d’acquisto con la propria stampante di casa/ufficio (è sufficiente una stampa in bianco e nero) e, consegnandola all’ingresso dell’evento, si riceverà in cambio i biglietti SIAE con il proprio nominativo per accedere all’evento.
I biglietti per lo spettacolo di “Arancia Meccanica” di Anthony Burgess con
Daniele Russo, Sebastiano Gavasso, Alessio Piazza, Alfredo Angelici, Martina Galletta, Paola Sambo e Bruno Tramice al Teatro Massimo di Pescara il 7 aprile sono disponibili online all’ INDIRIZZO WEB
e in tutti i punti vendita del circuito Ciao tickets.
Per informazioni: 340 7891430 aproduzioniteatrali@alice.it

SHARE OR SAVE THIS POST FOR LATER USAGE